La Barbera NIZZA DOCG

La Barbera

Simbolo per eccellenza della piemontesità, il Barbera, o la Barbera, come amano chiamarlo dalle nostre parti, ha finalmente conquistato il posto che le spetta nel panorama dei vini italiani e internazionali.
Secondo vitigno in Italia per diffusione dopo il Sangiovese, ricopre oltre il 50% della superficie vitata del Piemonte, il Barbera esprime al meglio le sue potenzialità nel  Monferrato e nelle Langhe, circoscrivendo quello che viene definito il “triangolo d’oro” di questo vitigno, fra le valli del Tanaro e del Belbo dove si colloca l’Arbiola.

Barriques

Ricco di antociani che gli conferiscono il tipico colore rubino intenso, di elevata acidità,  il Barbera è stato riscoperto a seguito di felici esperimenti di affinamento in piccole botti di  rovere francese, che gli conferiscono la giusta quantità di tannini.

Nizza DOCG

Il territorio lungo la valle del fiume Nizza, dove è situata l’Arbiola, ha ottenuto, a partire dalla vendemmia 2000, il riconoscimento della sottozona Nizza per le uve destinate a Barbera d’Asti. Il sistema di classificazione dei vini in sottozone, sull’esempio francese, mira a determinare con maggior precisione la zona di provenienza  delle uve la cui alta qualità ha caratteristiche omogenee. Dal luglio 2016 usciranno le prime bottiglie con la nuova denominazione NIZZA DOCG, ovvero Barbera d'Asti Superiore prodotta in soli 18 Comuni attorno a Nizza Monferrato.

 

Approfondisci

http://www.ilnizza.net

Scarica la mappaScarica la mappa [3.672 Kb]